Blog di lacheffamiranda

Come spurgare le vongole nel modo corretto

Lo so sembra banale ma vi assicuro che non lo è, in molti si chiedono come spurgare le vongole nel modo corretto.

Se c’è una cosa insopportabile e che guasta il piacere di gustare un bel piatto con le vongole è sgranocchiare della sabbia.

Qui cerco di darvi una mano per farlo nel modo sicuro. Certo non è velocissimo ma, si sa, per le cose migliori ci vuole tempo.

Questo vale per qualsiasi mollusco abbia necessità di spurgare, anche le telline, i tartufi di mare ecc.

Preparare l’acqua di mare:

Prima di qualsiasi altra azione dovrete preparare l’acqua di mare. Questo procedimento servirà per mantenere i molluschi in un habitat più simile possibile a quello originale.

Prendere una pentola, misurare la quantità di acqua che vi mettete che deve essere sufficiente a coprire abbondantemente i molluschi.

Il sale fino è l’altro elemento fondamentale per questo metodo, infatti, ne dovrete aggiungere circa 28 grammi per litro di acqua.

Adesso, per ricreare l’acqua di mare dovrete farla bollire e poi raffreddare bene prima di metterci dentro i molluschi.

Una volta immersi dovrete mettere la ciotola in frigo nella parte più fredda e lasciarle lì un minimo di 3/4 ore.

Preliminari:

Prima di agire sulla spurgatura bisogna fare delle operazioni, di sicurezza, preliminari.

Quindi, dopo aver tolto i molluschi dalla rete o dall’involucro che le contiene, non bisogna sciacquarli sotto l’acqua corrente per togliere il “grosso” di sporco ( piccoli pezzi di alghe o comunque residui marini ) perchè altrimenti, essendo vivi e abitanti del mare, potrebbero morire essendo, l’acqua, dolce.

Se volete pulire i gusci usare semplicemente uno spazzolino appena bagnato di acqua di mare (vedi) e strofinateli.

Inoltre dovrete guardare bene che tutti i gusci siano integri. Nel caso che ce ne fossero di rotti o di aperti dovrete scartarli subito, infatti quei molluschi sono morti e non dobbiamo usarli.

Ricordate che questo scarto NON va smaltito nell’umido ma bensì nell’indifferenziato. Tutti i gusci, i carapaci ecc vanno messi in questa raccolta.

Metodi su come spurgare le vongole nel modo corretto:

E’ possibile scegliere due modi di spurgare i molluschi che ne devono beneficiare.

Potete immergere direttamente, in abbondante acqua di mare, i gusci, senza adottare precauzioni che possono agevolare il nostro lavoro.

In questo caso però la sabbia andrà, si, sul fondo ma non sarà separata dai gusci più sotto.

L’altro è che inseriate i gusci in un colapasta e questo, a sua volta, lo mettiate in una ciotola che lo possa contenere agevolmente. L’acqua di mare deve coprire i molluschi completamente. Come potete vedere nella foto qui sotto.

Le differenze non sono sostanziali ma, nel secondo caso, sarà molto più pratico quando dovrete usarle.

Infatti tenendo le vongole nel colapasta tutte le impurità che esse “sputeranno” andranno a fondo lasciandole pulite all’interno dello scolapasta. Quindi tutta la sabbia che butteranno fuori la troverete sul fondo della ciotola separata dai gusci.

Come spurgare le vongole nel modo corretto.

Conclusioni su come spurgare le vongole nel modo corretto

Come vedete alla fine non è così complicato da fare, richiede un pò di organizzazione, l’acqua potete anche prepararla prima di quando servirà.

-Potete anche batterle, una ad una, su una superficie dura ( tipo il dentro del lavello ) perchè a volte sono vuote, chiuse ma piene di sabbia. Battendole si apriranno con tutto il loro rude contenuto.

Trovo che questo metodo sia un pò lungo, specialmente se le vongole sono molte però è possibile utilizzarlo.

-Altra soluzione l’acquisto già pronto. Non parlo di congelato o sgusciato e mantenuto in acqua ma di vongole veraci pastorizzate.

Le ho provate e devo dire che è un buon prodotto. Pronto all’uso.

QUI lascio una ricetta classica, classicissima ma top!!!

Pubblicato da lacheffamiranda

Il web mi affascina per le opportunità di condivisione e di conoscenza che offre, mi sono buttata in questa avventura di parlare di quelle che sono le mie passioni e scrivere le ricette di casa mia che amo preparare per le persone vicine al mio cuore e alla nostra casa.