Blog di lacheffamiranda

Gnocchi di patate con vongole veraci

Gnocchi di patate con vongole veraci – La prima volta che faccio gli gnocchi di patate.
Sarà che ho sempre avuto in antipatia gli gnocchi perché, tendenzialmente, si attaccano al palato ed è, questa, una cosa che non sopporto. Poi mi è capitato di mangiarne di davvero buoni, con il sapore di patata bello deciso ed ho iniziato a cambiare idea su questo ingrediente.
A far definitivamente crollare le mie ultime reticenze, il corso on line, che ho seguito, sulla realizzazione di alcuni piatti della cucina tradizionale tenuto da Bruno Barbieri.

Devo dire che mi sono divertita ed ho anche appreso piccoli trucchetti per poter fare le cose al meglio.
Quindi, le dosi e lo svolgimento per preparare i miei gnocchi, vengono da quel corso. Va da sé che ho ancora molto da imparare in fatto di manualità per la realizzazione degli gnocchi destinati ai sughi di pesce: quelli di forma allungata, panciuta in centro. Eppure a lui vengono così bene!!!

Lasciando perdere le battute di spirito, inoltriamoci in questa ricetta. Non voglio avere la presunzione che questa sia la ricetta perfetta (anche se lo chef ritiene di si), ognuno di voi avrà sicuramente i suoi segreti per preparare gli gnocchi. Questa è “solo” la ricetta e, la dose, di uno Chef con sette stelle Michelin al suo attivo.

Ecco di seguito il procedimento ed a fondo pagina anche i “miei” suggerimenti.

NOTA BOMBA prova anche a preparare la mia pasta al sugo di noci e maggiorana.

Gnocchi di patate con vongole veraci
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Iniziate procurandovi gli ingredienti che serviranno, per esempio, stilate una lista precisa per essere sicuri di non dimenticare niente. Di seguito un piccolo aiuto.
  • 500 gvongole veraci
  • 1 spicchioaglio
  • 20 gbottarga di muggine
  • 20 golio extravergine d’oliva

Per gli gnocchi

  • 500 gpatate gialle vecchie
  • 125 gfarina 00
  • 70 gburro
  • 70 ggroviera o parmigiano
  • 1tuorlo
  • noce moscata
  • sale
  • sale grosso
  • carta stagnola

Tegami e tegamini

Essere organizzati in cucina è essenziale, ci fa risparmiare tempo ed anche avere tutto a portata di mano, che è basilare. Un piccolo promemoria qui sotto.
  • placca da forno
  • Spianatoia
  • Schiacciapatate

Preparazione e cottura

Procediamo quindi alla preparazione degli gnocchi di patate con vongole veraci.
  1. Gnocchi di patate con vongole veraci

    Iniziare facendo scaldare il forno a 200°. Avvolgere le patate, di grandezza tutte uguali, nella stagnola dopo averle lavate ed asciugate. In una teglia da forno mettere uno strato di sale, fino o grosso non importa, e posizionarci sopra le patate. Il sale servirà a non farle bruciare contrariamente fossero a contatto della placca.

  2. Mettere la placca in forno, dovrà starci per 1 ora. Nel frattempo preparare tutti gli ingredienti, pesandoli. Il burro dovrà essere a temperatura ambiente, il formaggio, grattugiato.

  3. Gnocchi di patate con vongole veraci

    Quando manca poco allo scadere dell’ora, preparare la fontana di farina sulla spianatoia, allargarla in modo che possano starci tutti gli ingredienti. Mettere il burro morbido, il groviera, il sale e la noce moscata.

  4. Gnocchi di patate con vongole veraci

    Una volta cotte, aiutandosi con un canovaccio per non bruciarsi, le patate vanno pelate. Usando lo schiacciapatate lasciarle cadere sopra al groviera. Finita questa azione lasciarle riposare un attimo così che tutti gli ingredienti si sciolgano. Poi creare un cratere nelle patate e aggiungere il tuorlo dell’uovo. Le patate vanno impastate a caldo, quindi risulteranno piuttosto calde al tatto. Impastare raccogliendo tutta la farina.

  5. Gnocchi di patate con vongole veraci

    Realizzato il panetto morbido, spolverare un pò di farina sulla spianatoia e passarcelo, impastando un attimo. A questo punto possiamo iniziare a fare i cilindri da tagliare.

  6. Gnocchi di patate con vongole veraci

    Spargiamo un pò di farina, tagliamo un pezzo dell’impasto e andiamo a formare un cilindro lungo e possibilmente uniforme. Tagliare a tocchetti. Continuare così, con l’impasto rimanente, cercando anche di dare altre sagome all’impasto. Si può preferire lasciarli anche esattamente così come da taglio.

  7. Oppure, passando i tocchetti, sui rebbi di una forchetta si ottiene la tipica rigatura degli gnocchi, ancora, passandoli sui denti di una grattugia, si ottiene una bucatura leggera, entrambe le soluzioni sono perfette per raccogliere i sughi.

  8. Gnocchi di patate con vongole veraci

    Invece, strofinando l’impasto tra i palmi infarinati e tenuti a croce, si possono ottenere degli gnocchi di forma oblunga. Un pò panciuti al centro che si sposano bene con i sughi di pesce. Quelli nella foto sono un pessimo esempio di come dovrebbero essere. Ma migliorerò.

  9. Gnocchi di patate con vongole veraci

    Tuffare gli gnocchi, appena per 1 minuto, in acqua leggermente salata, dobbiamo ricordare che la bottarga è sapida. Poi metterli delicatamente nella padella, dove avrete messo le vongole ad insaporirsi insieme ad uno spicchio di aglio e all’olio. Scuotete la padella per farli muovere senza toccarli. Un altro minuto e sono pronti. In totale 2 minuti di cottura. Attenzione altrimenti diventano appiccicosi.

  10. Raccoglierli nei piatti e finire di guarnire con lamelle di bottarga di muggine appena affettata. Una spolverata di prezzemolo tritato ed ecco qua il piatto è finito. Va solo gustato.

NOTA: Gli accessori di cucina che ho linkato sono quelli che uso normalmente nella mia cucina, sono indispensabili aiutanti che riescono a velocizzare ogni gesto, garantendo la tua  sicurezza e l’idoneità per il loro uso. Lavabili facilmente anche in lavastoviglie.

Il tocco della cheffa

Gli gnocchi di patate alle vongole veraci si possono fare anche in mille altri modi, condirli come più ci piace. Al pomodoro, al ragù, con i formaggi. Seguite la vostra fantasia.

Ci sono molti modi per cucinare le patate, bollite, sotto la cenere, al microonde. Ognuno a suo modo. Questa cottura è al forno.

Le patate più adatte sono quelle a buccia gialla o rossa oppure le patate di montagna che hanno la buccia nera. Per ogni tipologia però vale sempre che siano vecchie, cioè che inizino a germogliare.

Tenete presente che una porzione normale per persona degli gnocchi di patate è stimata intorno ai 220gr, per una abbondante, invece, 280gr.

Potete farne in eccesso, così da poterli congelare. Disponeteli vicini, in dei vassoi e poneteli nel congelatore. Una volta diventati duri potete metterli nei sacchetti predisponendoli per peso e per tipologia di taglio.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacheffamiranda

Il web mi affascina per le opportunità di condivisione e di conoscenza che offre, mi sono buttata in questa avventura di parlare di quelle che sono le mie passioni e scrivere le ricette di casa mia che amo preparare per le persone vicine al mio cuore e alla nostra casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.