Blog di lacheffamiranda

Pesto riciclo foglie di carota

Pesto riciclo foglie di carota – Anche questa è una ricetta per riciclare le foglie. Le carote hanno un aspetto cosi bello con quel bel ciuffo verde, sembra una chioma ricadente. Anche io, fino a qualche anno fa, non conoscevo l’utilizzo delle loro foglie, di solito le usavo per decorare o addirittura come “verde” per le composizioni floreali. Casualmente, parlando con un’amica, sono venuta a conoscenza del loro utilizzo ed ho subito voluto sperimentare. Non pensate che le foglie abbiano uno spiccato sapore di carota, come ci si potrebbe aspettare, in realtà non le ricordano affatto. In realtà hanno un sapore forte e leggermente pizzichino, che ricorda vagamente il prezzemolo. Le proposte culinarie con questo alimento sono più di quante possiate pensare , frittate, pesto e addirittura bevande.
Pesto riciclo foglie di carota – Se ne fate in abbondanza potete surgelarlo, oppure per 3 giorni si mantiene in frigo coperto di olio.
Qui una ricetta interessante per utilizzarle.

Pesto riciclo foglie di carota
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Procuratevi gli ingredienti che serviranno, per esempio stilate una lista precisa per essere sicuri di non dimenticare niente. Di seguito un piccolo aiuto.
  • 100 gcarote (Solo Foglie del ciuffo )
  • 30 golio extravergine d’oliva
  • 20 gsemi di girasole
  • 2 pizzichisale fino
  • 1 spicchioaglio

Tegami e tegamini

Essere organizzati in cucina è essenziale, ci fa risparmiare tempo ed avere tutto a portata di mano è basilare. Un piccolo promemoria qui sotto.
  • Casseruola dai bordi alti
  • Tritatutto
  • Contenitore

Preparazione e cottura

Procediamo alla preparazione del nostro pesto riciclo di foglie di carote.
  1. Prendere un bel mazzo di carote, biologiche se possibile, tagliare via le foglie avendo cura di lasciare attaccato alle carote un pezzo di gambo.

  2. Staccare le cimette delle foglie dai gambi, e lavatele in un capiente contenitore sotto acqua corrente, ripetutamente, cambiando l’acqua. Se non amate i filamenti sottili dell’apice fine del gambo dovete staccare proprio solo le foglie, in particolare se fate il pesto a crudo.

  3. Successivamente fatele sgocciolare bene, quindi, metterle distese su un canovaccio, fatele asciugare bene. A questo punto potete procedere in due modi. Uno è quello di fare un pesto crudo aggiungendo nel tritatutto i semi di girasole, l’aglio ed il sale. Fatelo girare sminuzzando un pò il tutto e solo dopo aggiungere l olio per finire la sminuzzatura.

  4. pesto riciclo foglie

    L’altro è quello di sbollentare le foglie in acqua salata per 3 minuti, scolarle, passarle sotto acqua fe o ghiaccio, asciugarle e procedere a fare il pesto.

  5. pesto riciclo di foglie di carota

    Il trito di pesto potete conservarlo per 3 giorni in frigo coperto di olio d’oliva evo.

    Potete anche congelarlo in barattoli di vetro sterilizzati, chiusi ermeticamente. In questo caso non mettete formaggio, lo aggiungerete fresco quando userete il pesto.

Il tocco della cheffa

Le foglie sbollentate potrete anche usarle per fare una frittata oppure per condire la pasta spadellandola in una padella con aglio, peperoncino e foglie di carote. Spolverare con grana grattugiato.

I semi o la frutta secca che potete metterci sono molteplici, noci, mandorle, pinoli ecc

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacheffamiranda

Il web mi affascina per le opportunità di condivisione e di conoscenza che offre, mi sono buttata in questa avventura di parlare di quelle che sono le mie passioni e scrivere le ricette di casa mia che amo preparare per le persone vicine al mio cuore e alla nostra casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.