Blog di lacheffamiranda

Risotto cime di rapa e taleggio

Questo piatto di risotto cime di rapa e taleggio è un buon compromesso tra il sapore abbastanza marcato, ma dolce, del taleggio e il retrogusto amarognolo delle cime di rapa.

E’ un piatto che presento spesso sulla tavola, sia per le Festività che per occasioni casuali, è buono e confortevole.

Sono ingredienti, questi, che ho quasi sempre, in autunno e inverno, nel mio frigo. Le cime di rapa trovano la loro stagionalità in questi periodi e si protraggono fino a tutta la primavera.

Anche solo per questo meritano di essere cucinate spesso. Inoltre sono un toccasana per il nostro organismo e si possono gustare in svariati modi, tutti ottimi!!

Vanno bene saltate in padella, un pò piccantine da stendere su dei crostoni o in una minestra con altre verdure o da sole, oppure nei risotti, come in questo caso.

Non parliamo poi del connubio con la salsiccia, solo a pensarci mi viene fame!!

Va da sé che la ricetta più conosciuta sia quella delle orecchiette delle quali costituiscono l’ingrediente principale.

Ma, tornando al risotto, la sua cremosità, data dallo sciogliersi del formaggio, lo rende vellutato al palato avvolgendo le papille in un pieno di gusto.

La preparazione semplice lo rende perfetto come idea dell’ultimo momento.

Nota bomba
prova anche questo risotto con i porcini

Altre ricette con o senza cime di rapa:

Risotto cime di rapa e taleggio
Risotto autunnale/invernale cremoso e saporito
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno, Inverno e Primavera

Ingredienti

Risotto cime di rapa e taleggio – Procuratevi gli ingredienti che serviranno, per esempio stilate una lista precisa per essere sicuri di non dimenticare niente. Di seguito un piccolo aiuto.

320 g riso Carnaroli (Riserva San Massimo)
250 g cime di rapa
150 g Taleggio
600 ml brodo vegetale
30 g burro
15 g olio extravergine d’oliva
1 pizzico sale fino
30 g scalogno
40 g vino bianco secco
Mezzo peperoncino

Tegami per il risotto cime di rapa e taleggio

Essere organizzati in cucina è essenziale, ci fa risparmiare tempo ed avere tutto a portata di mano è basilare. Un piccolo promemoria qui sotto.

Casseruola
Pentola per brodo vegetale
Mestolo
Padella Moneta

Preparazione e cottura

Tagliate il taleggio a dadini dopo averlo ripulito dalla crosta.

Preparare del brodo vegetale.

Come preparare il risotto cime di rapa e taleggio

Dopo aver tagliato a strisce le foglie di cime di rapa, pulite e lavate, farle saltare brevemente in una padella con uno spicchio di aglio.

Aggiungere in padella anche il peperoncino ed un pizzico di sale fine.

Pulire e tagliare sottilmente la cipolla. Farla appassire nella casseruola dove andrete a cuocere il riso, con un pò di burro ed un pò di olio, se serve potete allungare con un pò del brodo preparato anticipatamente (o di dado).

Successivamente aggiungere nella casseruola il riso per la tostatura, ci vorranno un paio di minuti sempre girando per non farlo attaccare.

A questo punto sfumare con il vino. Far evaporare la parte acida. E’ tutto pronto per iniziare la cottura.

Aggiungere un paio di mestoli di brodo vegetale e, a metà cottura, aggiungere le cime di rapa.

Portate lentamente il riso a cottura aggiungendo via via il brodo.

Avere l’accortezza di girare spesso per evitare che si attacchi al fondo della casseruola. Cercate di non far assorbire tutto il liquido al riso perchè altrimenti potrebbe “impaccarsi”, invece deve rimanere morbido.

Procedere a fare la mantecata velocemente con i dadi di taleggio precedentemente tagliati, aggiustare di sale, coprire per un paio di minuti e servire caldissimo.

Consigli per il risotto cime di rapa e taleggio

LA mantecatura va fatta smuovendo energicamente il mestolo di legno e va conclusa coprendo la casseruola per un paio di minuti. Il riso si rilasserà e diventerà cremoso e morbido.

In questo risotto non ho aggiunto né burro né parmigiano ma ho sfruttato la “grassezza” del taleggio.

NOTA: Gli accessori di cucina che ho linkato sono quelli che uso normalmente nella mia cucina, sono indispensabili aiutanti che riescono a velocizzare ogni gesto, garantendo la tua  sicurezza e l’idoneità per il loro uso. Lavabili facilmente anche in lavastoviglie.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacheffamiranda

Il web mi affascina per le opportunità di condivisione e di conoscenza che offre, mi sono buttata in questa avventura di parlare di quelle che sono le mie passioni e scrivere le ricette di casa mia che amo preparare per le persone vicine al mio cuore e alla nostra casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.