Blog di lacheffamiranda

Risotto con i funghi porcini secchi

Un piatto che profuma di bosco, il risotto con i funghi porcini secchi, è buono, con una noce di burro, un’aroma delicato e vellutato al palato.
Mio marito è originario di Voghera, in provincia di Pavia, è circondata dalle colline dell’ Oltrepò Pavese coltivate in particolare a vigna a perdita d’occhio. Sullo sfondo il monte Penice.
E’ qui che si trovano funghi porcini e galletti, marroni e castagne. In città c’e un negozio storico che vende moltissime cose di qualità, tra queste i funghi secchi. Ne abbiamo presi una bella quantità della migliore qualità, soprattutto nel taglio e nella grandezza.
D’obbligo preparare quindi un bel risotto. Spero che vorrete riproporre questo piatto sulle vostre tavole.
Nota bomba:
Prova anche le mie tagliatelle ai funghi porcini freschi

Risotto con i funghi porcini secchi
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il risotto con i funghi porcini secchi

Procuratevi gli ingredienti che serviranno, per esempio stilate una lista precisa per essere sicuri di non dimenticare niente. Di seguito un piccolo aiuto.
  • 160 griso Carnaroli (Aquarello)
  • 25 gfunghi porcini secchi
  • 30 gscalogno (o mezza cipolla)
  • 1 lbrodo vegetale
  • 50 mlvino bianco secco
  • 7 gprezzemolo tritato
  • 25 gparmigiano Reggiano DOP
  • 30 gburro
  • 25 golio extravergine d’oliva
  • 10 gsale fino
  • 1 gpepe

Strumenti

Essere organizzati in cucina è essenziale, ci fa risparmiare tempo ed avere tutto a portata di mano è basilare. Un piccolo promemoria qui sotto.
  • 1 Tegame in acciaio
  • 1 Pentola
  • 1 Mestolo
  • 1 Contenitore

Preparazione

Risotto coni funghi porcini secchi – Procediamo alla preparazione del nostro risotto.
  1. Riso acquerello

    Prima di tutto mettere in un contenitore i funghi porcini secchi in acqua per almeno 30′, successivamente, nella pentola, preparare il brodo vegetale ( io per far cuocere il riso userò l’acqua dove sono in ammollo i funghi ).

  2. Soffritto di cipolla

    Con la mandolina affettare sottilmente la cipolla o, in alternativa, lo scalogno e far rosolare, nel tegame in acciaio dove cuocerete il riso, insieme all’olio, se necessario aggiungere un pò di brodo.

  3. Toscatura del riso

    Affettare grossolanamente i funghi strizzati ed aggiungerli alla cipolla, proseguire mettendo anche il riso perché andrà fatto tostare per un minuto, conseguentemente sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco. Al fine di non far restare un sapore troppo forte di vino assicurarsi che dal tegame non si levi nessun odore persistente di alcool.

  4. risotto ai funghi

    Quindi irrorare il riso usando il brodo vegetale o l’acqua di ammollo dei funghi, il risotto ne avrà ancora di più sapore se userete la loro acqua . Comunque in entrambi i casi il vostro risotto sarà buonissimo. Per paura che possano esserci tracce di terra usate un colino a trama fitta; continuate ad aggiungere liquido fino a che il riso sarà cotto, serviranno circa 16/18 minuti.

  5. Risotto con i funghi porcini secchi

    Togliete il tegame dal fuoco, aggiungere la noce di burro ed il parmigiano e, con il mestolo di legno iniziare a mantecare piuttosto energicamente. Lasciare riposare il risotto per circa 2/3 minuti, quindi aggiungere prezzemolo tritato per dare contrasto di freschezza quindi girare per amalgamarlo al riso.

    In conclusione, assaggiare di sale e quindi procedere all’impiattamento, per contrasto dare una macinata di pepe.

Il tocco della cheffa per il risotto con i funghi porcini secchi

– Potete far soffriggere i porcini insieme alla cipolla con olio e una foglia di alloro.

– Per una presentazione più sorprendente e per dare maggiore contrasto al vostro piatto potrete usare 10 fogli di pasta fillo; prima che il riso sia cotto, spennellate i fogli con del burro fuso dopodiché cospargeteli di parmigiano a scaglie, successivamente arrotolateli su se stessi ed infornateli a 180° per 4 minuti. Alla fine dell’impiattamento poneteli sulla superficie del riso.

– Vi consiglio di abbinarci un vino rosso leggero, secco.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacheffamiranda

Il web mi affascina per le opportunità di condivisione e di conoscenza che offre, mi sono buttata in questa avventura di parlare di quelle che sono le mie passioni e scrivere le ricette di casa mia che amo preparare per le persone vicine al mio cuore e alla nostra casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.