Blog di lacheffamiranda

Spaghetti con pesto di foglie di ravanello

Gli spaghetti con pesto di foglie di ravanello – Questa ricetta realizzata con l’utilizzo di pesto di foglie di ravanello è una ricetta anti-spreco ed è anche molto buona. Un modo diverso, ed un ingrediente inusuale, per gustare un piatto di pasta. L’ideale è procurarsi dei ravanelli da coltivazione sicura, biologica. 
Questi spaghetti con pesto di foglie di ravanello sono indicati per la cucina del riciclo, provateli!
Ecco quindi, di seguito, il mio procedimento ed a fondo pagina anche i miei suggerimenti.

NOTA BOMBA chi ha provato questa ricetta ha anche sperimentato i miei spaghetti integrali con foglie di carote.

Spaghetto con pesto di foglie di ravanello
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Iniziate procurandovi gli ingredienti che serviranno, per esempio, stilate una lista precisa per essere sicuri di non dimenticare niente. Di seguito un piccolo aiuto.
  • 200 gspaghetti
  • 40 gfoglie di ravanello
  • 20 gpecorino
  • 30 golio extravergine d’oliva
  • 35 gpinoli
  • 10 gsale

Tegami e tegamini

Essere organizzati in cucina è essenziale, ci fa risparmiare tempo ed anche avere tutto a portata di mano, che è basilare. Un piccolo promemoria qui sotto.
  • 1 Frullatore / Mixer
  • 1 Casseruola

Preparazione e cottura

Procediamo quindi alla preparazione degli spaghetti con pesto di foglie di ravanelli.
  1. Per preparare questo pesto di foglie di ravanello separare le foglie dal capino rosso del ravanello e pulirle con attenzione. Maneggiarle con cura perché le foglie si acciaccano subito!

  2. Lavare ed asciugare le foglie dei ravanelli. Se possibile fatelo all’aria, o comunque con cura.

  3. A questo punto inserire le foglie nel tritatutto, aggiungere del sale grosso, pinoli e avviare il tritatutto. L’olio aggiungerlo dopo aver tritato i componenti perché, altrimenti, si formerà una impasto appiccicaticcio.

  4. Una volta tritato bene il tutto, mettere il pesto in un recipiente. Quindi aggiungere olio evo per far amalgamare, coprire il tutto con olio abbondante che così lo manterrà inalterato e non lo farà annerire. 

  5. Pesto di foglie di ravanelli

    Cuocere gli spaghetti in acqua salata. Farli saltare in padella con il pesto a freddo. Quando condite gli spaghetti aggiungere un cucchiaio di formaggio pecorino grattugiato e due di parmigiano sempre grattugiato.

  6. Pesto di foglie di ravanello

    Servi gli spaghetti con un ravanello a fette e qualche pinolo tostato.

Il tocco della cheffa

Se non lo consumate subito tutto dovete metterlo in frigorifero. Per un paio di giorni sarà come appena fatto.

Se ne fate in quantità potete congelarlo mettendolo in vasetti di vetro sterilizzati, ben coperto di olio. In questo caso non mettere il formaggio ma aggiungerlo quando condirete la pasta. 

4,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacheffamiranda

Il web mi affascina per le opportunità di condivisione e di conoscenza che offre, mi sono buttata in questa avventura di parlare di quelle che sono le mie passioni e scrivere le ricette di casa mia che amo preparare per le persone vicine al mio cuore e alla nostra casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.