Blog di lacheffamiranda

Tajine marocchina di pollo e verdure

Tajine marocchina di pollo e verdure – Anche solo la parola tajine evoca in noi scenari di paesi lontani, cene nel deserto al riparo di tende magnifiche e sontuose. Profumo intenso e profondamente esotico.
In effetti la sua forma ricorda una tenda, un posto caldo e sicuro. Indubbiamente ci fa percepire la sua lenta cottura e la succosità che scaturisce dai suoi alimenti.
In effetti la tajine è proprio questo: cottura lenta con il calore vaporoso che si sprigiona al suo interno.
Così viene chiamata la pentola ma anche il cibo in essa cucinato. Ha origini berbere e sarà per questo che, usarla, ci mette un pò in difficoltà. Invece è solo con l’uso che capiremo che, alla fine, è una pentola come un’altra.
E’ anche un oggetto di arredamento con il suo fascino un pò primitivo.

Ecco di seguito il mio procedimento ed a fondo pagina anche i miei suggerimenti.

Prova anche a cucinare il mio cous cous con verdure croccanti.

Tajine marocchina di pollo e verdure
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaMarocchina

Ingredienti

Iniziate procurandovi gli ingredienti che serviranno, per esempio, stilate una lista precisa per essere sicuri di non dimenticare niente. Di seguito un piccolo aiuto.
  • 400 gpetto di pollo bocconi
  • 2carota
  • 1porro
  • 2coste di sedano
  • 125 gcime di broccolo
  • Mezzofinocchio
  • Mezzolimone a spicchi
  • sale
  • olio evo

Tegami e tegamini

Essere organizzati in cucina è essenziale, ci fa risparmiare tempo ed anche avere tutto a portata di mano, che è basilare. Un piccolo promemoria qui sotto.
  • Tajine
  • Spargifiamma

Preparazione e cottura

Procediamo quindi alla preparazione della tajine marocchina di pollo e verdure.
  1. Iniziare questa ricetta mettendo all’interno del piatto della tajine dell’olio e le rondelle di porro a formare uno spessore. Interporre tra la tajine e la fiamma uno spartifiamma.

  2. Tajine marocchina di pollo e verdure

    Appena il porro sarà un pò rosolato aggiungere i bocconi grandi di petto di pollo.

    Far rosolare anche questi ultimi.

  3. Continuare mettendo, sopra al pollo, le verdure più dure quali carote, finocchio e sedano. Come avrete notato non ho salato ancora niente ma c’è un motivo che vedremo più avanti.

  4. Coprire la tajine, aspettare a introdurre del liquido perché le verdure sono umide abbastanza.

  5. Tajine marocchina di pollo e verdure

    Dopo circa dieci minuti di cottura, aprire il coperchio e, senza mescolare, aggiungere le cimette di broccolo. A questo punto, prendere gli spicchi del limone e passarli nel sale fine. Anche la buccia.

    Posizionarli in vari posti nella tajine, tra gli ingredienti. Questa operazione farà si che tutto prenda il sale e anche che sia rilasciato l’aroma del limone.

  6. Tajine marocchina di pollo e verdure

    Controllate se c’è la necessità di aggiungere poco liquido (leggere “il tocco della cheffa” a fondo pagina). Trascorsi circa 25/30 minuti la vostra tajine di pollo e verdure sarà cotta. Potete lasciarla coperta e spenta fino al momento di servirla.

  7. Servite il pollo con verdure, caldo e ben amalgamato, umido e profumato.

NOTA: Gli accessori di cucina che ho linkato sono quelli che uso normalmente nella mia cucina, sono indispensabili aiutanti che riescono a velocizzare ogni gesto, garantendo la tua  sicurezza e l’idoneità per il loro uso. Lavabili facilmente anche in lavastoviglie.

Il tocco della cheffa

Una nota merita, sicuramente, la quantità di liquido all’interno della tajine. Infatti il suo funzionamento è basato sulle particelle di vapore che si formano al suo interno e cuociono gli alimenti. Questo non vuol dire farla rimanere a secco che non va assolutamente bene. Vuol dire che va controllata con costanza. Per lo stesso motivo è difficile indicare un quantitativo preciso di liquido da usare.

Altra cosa da tenere a mente è che la cottura continua anche a fiamma spenta!!

In commercio oggi ci sono tajine con ceramiche molto resistenti al calore, che possono addirittura essere usate in forno e senza protezione sulla fiamma. Possono essere lavate in lavastoviglie, cosa che, a quelle decorate originali, non è consigliato fare.

Potete aggiungere, in cottura, a questo piatto, datteri, pinoli, albicocche ecc

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacheffamiranda

Il web mi affascina per le opportunità di condivisione e di conoscenza che offre, mi sono buttata in questa avventura di parlare di quelle che sono le mie passioni e scrivere le ricette di casa mia che amo preparare per le persone vicine al mio cuore e alla nostra casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.