Blog di lacheffamiranda

Spaghetti all’arrabbiata sugo classico

Questa ricetta, lo dico subito, non è esattamente quella originale. Si differenzia per un paio di cose, prima tra tutte, il formato di pasta. La tradizione vuole le penne! La seconda, io ho messo i pomodori freschi, la normalità vorrebbe i pomodori pelati.
I miei spaghetti all’arrabbiata sugo classico , vi assicuro, sono venuti comunque ottimi.
Sono stati improvvisati, in montagna, con quello che avevo in frigo prima di finire le vacanze.

Questo sugo è un grande classico della cucina italiana. Forse negli ultimi anni non se ne sente più molto parlare, la cucina è diventata anche molto più elaborata e ci pare, proponendo questi piatti, di essere troppo semplici e scontati.
Niente di più falso. Un piatto semplice, realizzato con materie prime di ottima qualità, diventerà un piatto gourmet.
Passo a raccontarvi come ho preparato questo primo piatto tutto fuoco e sapore.

Origini del piatto.

Curiosando nel blog potrete trovare anche dei panificati molto semplici come in questa ricetta.

Spaghetti all’arrabbiata classici
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
327,87 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 327,87 (Kcal)
  • Carboidrati 28,63 (g) di cui Zuccheri 2,84 (g)
  • Proteine 14,69 (g)
  • Grassi 17,30 (g) di cui saturi 4,84 (g)di cui insaturi 5,84 (g)
  • Fibre 2,54 (g)
  • Sodio 986,70 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 180 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

Iniziate procurandovi gli ingredienti che serviranno, per esempio, stilate una lista precisa per essere sicuri di non dimenticare niente. Di seguito un piccolo aiuto.
  • 160 gspaghetti (Rummo )
  • 180 gpomodori di Pachino
  • 10 gparmigiano Reggiano DOP
  • 45 gpancetta affumicata
  • 15 golio extravergine d’oliva
  • 1 spicchioaglio
  • 1 baccapeperoncino fresco
  • 2 pizzichisale fino

Strumenti

Essere organizzati in cucina è essenziale, ci fa risparmiare tempo ed anche avere tutto a portata di mano, che è basilare. Un piccolo promemoria qui sotto.

Preparazione e cottura degli spaghetti all’arrabbiata sugo classico


  1. Iniziare la preparazione di questa ricetta, tagliando a dadini la pancetta affumicata.

    Metterla da parte.

  2. Dopo aver preparato i pomodori, lavandoli e tagliandoli a metà, mettere in una padella l’olio con gli spicchi di aglio.

  3. Aggiungere la pancetta e far rosolare il tutto per circa 5′.

  4. Passato questo tempo, abbassare la fiamma ed aggiungere i pomodori, aggiungi il peperoncino, salare e far cuocere per circa 30′

  5. Spaghetti all’arrabbiata classici

    Far cuocere la pasta, quando sarà al dente passarla nella padella con il sugo, aggiungere il formaggio parmigiano grattugiato e mescolare con cura.

  6. Spaghetti all’arrabbiata sugo classico

    Servire caldissima. Ricordate che la pasta non deve impaccarsi (asciugarsi troppo) quindi, nel caso aggiungere acqua di cottura.

Il suggerimento non richiesto per gli spaghetti all’arrabbiata sugo classico

Se utilizzate i pelati, come prevede la ricetta originale, prima di utilizzarli scolateli dall’acqua di eccesso.

Se volete, potete far sciogliere la pancetta, prima di unirla ai pelati, in una padella a parte così da scolare poi il grasso in eccesso.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacheffamiranda

Il web mi affascina per le opportunità di condivisione e di conoscenza che offre, mi sono buttata in questa avventura di parlare di quelle che sono le mie passioni e scrivere le ricette di casa mia che amo preparare per le persone vicine al mio cuore e alla nostra casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.