Blog di lacheffamiranda

Risotto ai funghi porcini freschi

In autunno ripropongo, sulla mia tavola, questo risotto ai funghi porcini freschi. Mi aggiro come una matta intorno ai banchi del mercato, con il naso all’insù per cogliere il profumo di bosco che sprigionano i porcini sparsi sui tavoli.
Devo dire che, ogni anno, ho sempre difficoltà a scegliere perchè mi piacciono tutti, ovoli, galletti, trombe di morto, pennenciole ecc.

A onor del vero ammetto che mi sento sempre, al primo assaggio, delusa dalle aspettative. Il fatto è che i miei ricordi di ragazza mi portano a quelle volte che mio babbo andava nel bosco a raccoglierli e, non me ne vogliate, il loro sapore, ad oggi, è rimasto ineguagliabile.
Però, nonostante questo, nei nostri piatti c’è il riso di inizio autunno, questo.
Vi lascio questa ricetta per un secondo sfizioso e veloce.

Risotto ai funghi porcini freschi
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo5 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Non fatevi spaventare dalla lista lunga degli ingredienti, vedrete che la maggior parte sono di uso comune. Quindi eccola qua.
  • 200 gfunghi porcini
  • 180 griso Carnaroli (Acquerello)
  • 30 gscalogno
  • 25 golio extravergine d’oliva
  • 1 spicchioaglio
  • 20 gburro
  • 12 gsale fino (circa)
  • 1 mazzettoprezzemolo tritato
  • 25 gParmigiano Reggiano DOP
  • Mezzo bicchierevino bianco secco

Per il brodo vegetale

  • 700 mlacqua (circa)
  • 35 gcarote
  • 1 pizzicosale fino
  • 35 gsedano
  • 30 gcipolla
  • 15 gfunghi porcini secchi
  • 1 ramettotimo (fresco)

Tegami e cocci

Ma come sono belle quelle cucine dove tutto è in ordine, perfetto. Quando apro i cassetti della mia sento che non ce la farò mai. I coperchi, quindi, fanno ciò che vogliono e vanno dove vogliono.

Preparazione e cottura del risotto ai funghi porcini freschi

  1. Dopo aver pulito i porcini, tagliarli a dadi.

    Iniziare la ricetta partendo dalla preparazione del brodo vegetale con cipolla, sedano, carota, timo e porcini secchi. Quindi salare al bollore.

  2. Il brodo deve cuocere per almeno 15-20 minuti. Dedicatevi, quindi, alla cottura dei funghi.

    Mettere l’olio in una padella e far insaporire con uno spicchio di aglio. Poi toglierlo.

    Alzare la fiamma e mettere i funghi. Salare. Far cuocere per circa 7′.

  3. Una volta cotti spegnere la fiamma ed aggiungere pepe e prezzemolo. Togliere tutto dalla padella, coprire e tenere da parte.

  4. Facciamo tostare il riso a secco (vedi l’articolo dedicato), una volta pronto metterlo da parte.

    Tritare la cipolla. Quindi mettere la metà del burro nella casseruola già calda. Aggiungere subito la cipolla, girare velocemente e versare il riso. Mescolare bene.

  5. Risotto ai funghi porcini freschi

    Alzare un poco la fiamma ed aggiungere il vino bianco. Sfumare bene il vino.

    Sapete che questo passaggio è davvero importante e deve essere eseguito bene per non dare un retrogusto troppo acido.

  6. A questo punto aggiungere i porcini messi da parte prima. Girare con cura e aggiungere un paio di mestoli di brodo caldo colati.

  7. Quando il riso avrà raggiunto il punto di cottura, tirato su piano piano dal brodo, prendere i porcini secchi dal brodo e tagliarli. Metterli all’interno del risotto e girare accuratamente.

  8. Risotto ai funghi porcini freschi

    Il risotto deve rimanere cremoso, se serve aggiungere poco brodo alla volta.

    Togliere dal fuoco ad un minuto della fine cottura.

    Unire il burro rimasto e mantecare. Va mescolato energicamente. Aggiungere il parmigiano grattugiato. Coprire per il tempo mancante alla cottura (circa un minuto).

  9. Risotto ai funghi  porcini freschi

    Finire il piatto con delle foglie di timo. Servire caldo in un piatto piano. Potete guarnire con fette di porcino saltate un attimo nel burro.

Il suggerimento non richiesto per il risotto ai funghi porcini freschi

Accompagnate questa deliziosa preparazione con un bicchiere di ottimo vino rosso non troppo corposo. O, se lo preferite, potete accompagnarlo anche con un bianco però un pò più strutturato.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacheffamiranda

Il web mi affascina per le opportunità di condivisione e di conoscenza che offre, mi sono buttata in questa avventura di parlare di quelle che sono le mie passioni e scrivere le ricette di casa mia che amo preparare per le persone vicine al mio cuore e alla nostra casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.