Blog di lacheffamiranda

Spaghetti alle vongole classici veraci

Spaghetti alle vongole classici veraci – Alzi la mano chi non ama questo piatto di mare. Ovviamente parlo di coloro che amano il pesce o anche solo il suo sapore. A questo proposito mi viene in mente Alessandro, un amico con gusti a dir poco particolari! Infatti non mangiava il pesce ma adorava gli spaghetti alle vongole o allo scoglio, quindi, mangiava la pasta intrisa di sapore di mare e spartiva tra noi amici il pesce. De gustibus.
E’ il piatto che più di tutti ci riporta all’estate, acqua salata e pelle piena di sole, mentre gustiamo uno spaghetto alle vongole, sotto l’ombrellone del ristorantino del bagno.

Ma lasciando da parte questi bei momenti accontentiamoci di mangiarli a casa. Gli spaghetti con le vongole veraci sono un piatto che a me piace molto, uno di quelli nella lista dei miei preferiti. Vogliamo parlare della sua realizzazione? E’ velocissimo da fare. Unico accorgimento la spurgatura dalla sabbia delle vongole che deve essere fatta bene altrimenti si rischia di mangiare sabbia…
Ecco di seguito il mio procedimento ed a fondo pagina anche i miei suggerimenti e qualche approfondimento.

NOTA BOMBA prova a preparare anche i miei spaghetti integrali con bottarga di muggine.

Spaghetti alle vongole classici veraci
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Iniziate procurandovi gli ingredienti che serviranno, per esempio, stilate una lista precisa per essere sicuri di non dimenticare niente. Di seguito un piccolo aiuto.
  • 1 kg200gr vongole veraci
  • 320 gspaghetti
  • aglio
  • prezzemolo
  • olio evo
  • sale
  • pepe
  • sale grosso per spurgare vongole
  • scorza limone grattugiata

Tegami e tegamini

Essere organizzati in cucina è essenziale, ci fa risparmiare tempo ed anche avere tutto a portata di mano, che è basilare. Un piccolo promemoria qui sotto.
  • Ciotola
  • Casseruola
  • 2 Padelle
  • Colino
  • Coperchio

Preparazione e cottura

Procediamo quindi alla preparazione degli spaghetti alle vongole classici veraci.
  1. Iniziare dalla cosa più lunga e cioè spurgare le vongole. Dovete lavarle bene, togliere quelle rotte o già aperte che sono un indice di pesce deteriorato. Poi metterle, utilizzando uno scolapasta, in una ciotola capiente piena di acqua fredda. L’acqua deve coprirle. Devono stare minimo 3 ore.

    Altrimenti consultate i miei suggerimenti a fondo pagina.

  2. Spaghetti alle vongole classici veraci

    Trascorso il tempo per la spurgatura possiamo procedere alla cottura delle vongole che va iniziata quando metteremo l’acqua per cuocere la pasta. In una padella capiente mettere olio ed aglio, far insaporire.

    Nel frattempo scoliamo le vongole dall’acqua e sciacquiamole velocemente.

  3. Mettere nella padella calda, chiudere con un coperchio e mettere la fiamma alta. NON SALARE.

    Le vongole si apriranno, muovete la padella finché non saranno tutte aperte. Togliere la padella dal fuoco, raccogliere le vongole in un piatto con una schiumarola e filtrare l’acqua di cottura usando un colino fitto fitto.

  4. Mentre cuoce la pasta io tolgo dal guscio la maggior parte delle vongole perché le preferisco così, lascio circa 10 gusci interi per guarnire i piatti.

  5. Tritare il prezzemolo che metterete per ultimo quando la pasta sarà cotta e andrà saltata.

  6. Mettre in una padella sul fuoco l’acqua filtrata delle vongole, togliere gli spaghetti circa 5 minuti prima che siano cotti e finire la cottura nella padella. Se serve aggiungere acqua di cottura. A due minuti dalla fine aggiungete tutte le vongole, il prezzemolo e fate amalgamare bene.

  7. Spaghetti alle vongole classici veraci

    Servire nei piatti guarnendo con i gusci e con una grattata di scorza di limone fresca. Potete anche irrorare lo spaghetto con un pò di liquido di cottura se vi è avanzato in padella.

Il tocco della cheffa

Se non consumate subito le cozze potete mantenerle 2 giorni in frigo facendo dell’acqua di mare. Il procedimento è molto semplice.

Portare ad ebollizione acqua e sale in queste proporzioni: ogni litro di acqua 28 grammi di sale. Far bollire qualche minuto, spegnere e lasciar raffreddare. Metterci dentro le vongole e lasciare in frigo.

ALTRI SUGGERIMENTI

Un altro modo per far si che ci sia meno sabbia nelle vongole è quello di batterle una ad una su un piano, quelle che sono piene di sabbia si apriranno mentre le altre rimarranno chiuse.

C’è anche chi per fare addensare la salsa passa un piccolo tocco di burro nella farina e poi o mette in padella alla fine.

Io non aggiungo neppure vino bianco a questo piatto che mi piace proprio così, ma se a voi piace potete farlo sfumare quando mettete le vongole ad aprire.

Se non ve la sentite di fare la spurgatura, in commercio, esistono le confezioni di vongole fresche sottovuoto che sono già pulite dalla sabbia. Sono molto buone come prodotto e potrete usarle tranquillamente!!

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacheffamiranda

Il web mi affascina per le opportunità di condivisione e di conoscenza che offre, mi sono buttata in questa avventura di parlare di quelle che sono le mie passioni e scrivere le ricette di casa mia che amo preparare per le persone vicine al mio cuore e alla nostra casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.